Ali spezzate

I premi ricevuti

PREMIO CITTA’ DEL GALATEO 2017

Galatone, 30 settembre 2017

Secondo classificato

NABOKOV 2015

SECONDO PREMIO PER LA SAGGISTICA NOVOLI 10 GENNAIO 2016

MOTIVAZIONE 
Il libro è dedicato ad Annalisa Durante uccisa a Forcella nel 2004 per errore durante un agguato di camorra. Non si tratta però solo di un omaggio e di un ricordo di una vittima innocente, bensì di un vero e proprio tavolo di lavoro per saper affrontare la questione della criminalità. Per cercare di mettere in mano ai ragazzi meno pistole e più libri.

43° PREMIO LETTERARIO CASENTINO – PREMIO SPECIALE DELLA GIURIA AD ALI SPEZZATE

Il 2 ed il 3 giugno 2018, nella storica e prestigiosa Abbazia di San Fedele in Poppi (Arezzo)

Nell’ambito del prestigioso Premio Letterario, Sezione Narrativa / Saggistica edita “Giuseppe Frunzi”, al mio libro, “ALI SPEZZATE. Annalisa Durante. Morire a Forcella a quattordici anni”, è stato conferito il Premio Speciale della Giuria, mediante la consegna di un dipinto del pittore Mario Capitani

Ecco la motivazione:
43^ Edizione del Premio Internazionale Casentino

Sezione Giuseppe Frunzi

Paolo Miggiano

Premio Speciale della Giuria per la Narrativa / Saggistica edita

(Per Ali spezzate. Annalisa Durante. Morire a forcella a quattordici anni)
La storia di Annalisa Durante, uccisa nel quartiere di Forcella a quattordici anni, non è l’ennesima puntata di uno sceneggiato seriale ambientato e iscritto all’arcinoto e disperante binomio Camorra – Gomorra, ma una seria puntualissima inchiesta giornalistica svolta sul campo, e nel campo insanguinato della periferia metropolitana di Napoli dove anche una bambina, va da sé innocente, che nulla sa e nulla centra con il crimine, viene a trovarsi sulla traiettoria di un colpo mortale esploso dall’erede del clan Giuliano. Se in quel modo assurdamente casuale è morta Annalisa, allora tutti possono morire, e l’innocenza, la convivenza, sono perdute. In questo libro, ed è il suo valore aggiunto, non si fa spettacolo del delitto, non si romanza la morte. Se ne dà, di una morte accidentale ma ancora più perversa, solo il crudo, anche se molto circostanziato, referto. Non c’è nulla di romanzesco, di avventuroso, in questo affresco di degrado e diffusa incontrollabile illegalità, ma resta lo sgomento nel vedere la criminalità organizzata fagocitare l’intera società civile, e divorarsi anche una adolescente che camminava in quello che doveva essere il quartiere della sua vita. Ma quelli sono quartieri-Stato dove lo Stato, il nostro Stato, non governa e dove con l’impunità si alimentano i miti criminali dei boss.

 

...

PREMIO LETTERARIO NAZIONALE NICOLA ZINGARELLI - VIII EDIZIONE

Secondo Premio – Cerignola 7 maggio 2016

MOTIVAZIONE
Un romanzo – denuncia, una storia che vuole rendere giustizia e soprattutto portare speranza e ricostruzione. Scrittura lineare, da giornalista, ma che riesce a coinvolgere nel profondo il lettore.

PREMIO GRAN PRIX CARMELA ROCCO 2016 CONCORSO INTERNAZIONALE DI POESIA, PITTURA E NARRATIVA

Diploma d’onore – Nola 7 maggio 2016

MOTIVAZIONE
Per la sua opera che arricchisce il sentiero socio-culturale quale autentica testimonianza che non conosce frontiere.

PREMIO INTERNAZIONALE TULLIOLA – RENATO FILIPPELLI 2015 – 2016 XXIII EDIZIONE

Primo Premio per la Saggistica – Formia 16 maggio 2016

MOTIVAZIONE
Confutando lo stereotipo dei "morti per caso", l'autore ricostruisce l'uccisione della quattordicenne Annalisa Durante, caduta vittima della violenza camorristica il 27 marzo 2004. Il volume, oltre alla dettagliata ricostruzione del tragico episodio di cronaca, indaga il degrado di Forcella, "periferia nel centro storico" di Napoli. Lo indaga nelle radici storiche e nelle manifestazioni attuali, ma sottolinea anche le attività di riscatto sociale messe in atto nel quartiere, a partire dalla Biblioteca promossa dal padre della vittima.

PREMIO “FORTUNA DAUTORE” - II EDIZIONE

Terzo Premio – Bari 28 maggio 2016

MOTIVAZIONE
Uno scrigno di "saggezza popolare" intrisa di dignità e tanta voglia di gridare al mondo la propria stanchezza per farne un inno di libertà e forza d'animo. Riparare quelle "ali spezzate" diventa il compito di ognuno di noi come impegno collettivo contro ogni sopruso.

PREMIO DELLA CULTURA TROFEO MEDUSA AUREA 2015 – 2016 - XXXIX EDIZIONE – ACCADEMIA INTERNAZIONALE D’ARTE MODERNA

Attestato di merito – Roma 5 giugno 2016

MOTIVAZIONE
Per i meriti artistici e scientifici conseguiti con il libro Ali spezzate.

PREMIO SAN (REMO) AMATORI

Minervino di Lecce, 17 agosto 2016

MOTIVAZIONE
Al nostro concittadino Paolo MIGGIANO, per il suo impegno civile e per le sue battaglie di libertà e di emancipazione sociale, prima al servizio della Polizia di Stato, poi come brillante giornalista e scrittore che nel suo libro (Ali spezzate) racconta con coraggio la drammatica storia di Annalisa Durante di quattordici anni barbaramente assassinata dalla camorra a Forcella.

PREMIO NAZIONALE PER LA LEGALITA’ E SICUREZZA PUBBLICA

Calvi Risorta, 24 settembre 2016

MOTIVAZIONE
Allo scrittore paolo Miggiano autore di ALI SPEZZATE. Una storia di dolore, grazie alle sue capacità, diventa traccia di storia da conservare per dar luce e speranza a un futuro migliore.

PREMIO L’IRIDE

Medaglia d'onore – Cava de' Tirreni 1 ottobre 2016

PREMIO ESSERE DONNA OGGI

Gallicano (Lucca) 7 – 8 ottobre 2016

Premio speciale del Comune di Gallicano, quale “Miglior libro inchiesta”

PREMIO L’ARCOBALENO NAPOLETANO PER LA CULTURA

Napoli, 7 dicembre 2016

PREMIO SALVATORE QUASIMODO

Centro Europeo di Toscolano Avigliano Umbro, 30 marzo 2016

Terzo classificato